Elastosonografia

La ricerca dei settori tecnologici in ambito medico ha portato oggi alla realizzazione di nuove e sofisticate apparecchiature che consentono di identificare patologie in tempi rapidissimi e con grande attendibilità scientifica. E’ l’elastosonografia, l’ecografia di ultima generazione che contribuisce a fare chiarezza sulle diagnosi dubbie di tumore soprattutto della mammella e della tiroide.

Una tecnica di diagnostica per immagini che valuta le proprietà elastiche dei tessuti molli, distinguendo tra elasticità e durezza dei noduli, ed in grado quindi di riconoscere formazioni neoplastiche, poichè, normalmente il tessuto tumorale ha una forte componente di tessuto connettivale duro-ligneo e quindi poco elastico rispetto al tessuto sano.

L’elastosonografia può dare un altissimo contributo nella diagnosi differenziale, in quanto permette di ridurre il numero di pazienti da sottoporre ad agobiopsia, riduce i costi per indagini non indispensabili e diminuisce lo stress del paziente connesso con l’esecuzione della biopsia e l’attesa del risultato.

I Tempi di attesa sono massimo di tre giorni.